PSICOMOTRICITA' E FAMIGLIA

Da più di 30 anni Ananda si occupa di psicomotricità per bambini sia con sedute singole che di gruppo . I bambini esprimono le loro emozioni attraverso il corpo e l’azione, strumenti privilegiati di scoperta e interazione con il mondo esterno. La psicomotricità prende in carico il bambino nella sua globalità intesa come integrazione delle aeree senso-motoria, emotivo-relazionale e cognitiva. I bambini arrivano ad avere più fiducia in sé e negli altri, maggiore capacità di concentrazione anche a scuola, riescono a comunicare con gli altri in sicurezza e tranquillità e ad esprimere al meglio le loro potenzialità. La nostra Équipe - formata da Psicologi, Neuropsicomotricisti e Psicomotricisti - nasce dalla volontà di favorire e promuovere in modo armonico il benessere del bambino e della sua famiglia.

LA NOSTRA EQUIPE SI OCCUPA IN PARTICOLARE DI

Disturbi comportamentali
Disturbi emotivo-relazionali
Disturbi Percettivi e dell’organizzazione
visuo-spaziale
Diprassia e disturbi della Coordinazione Motoria
Ritardo psicomotorio
Ritardo cognitivo
Sindromi genetiche
Iperattività e instabilità attentiva (ADHD);
Sindrome dello Spettro AutistiI
Inibizione psicomotoria
DSA (Disturbi Specifici d’Apprendimento)

PSICOMOTRICITA’

La seduta si sviluppa essenzialmente attraverso il gioco spontaneo con gli oggetti e gli spazi, attivando il proprio corpo in relazione ad essi e in relazione con il corpo degli altri- siano essi adulti o coetanei - con il costante apporto della fantasia e dell’immaginazione.

Individuale:Percorso creato su obiettivi specifici in una relazione esclusiva con il terapista.

Piccolo gruppo: Proposta di lavoro mirato che presuppone l’incontro e l’interazione con il coetaneo.

GRAFOMOTRICITA’

Percorso Individuale in cui si lavora per ricostruire una buona grafia. E’ indirizzata a quei bambini (o adulti) che hanno una scrittura caratterizzata da forme e gesti grafici errati che producono tensione, dolore, rigidezza o maldestrezza e che penalizzano l’andamento scolastico, l’autostima e le relazioni.

OSSERVAZIONE NEUROEVOLUTIVADEL LATTANTE

Viene proposta una metodologia di valutazione del bambino nel primo anno di vita che integra: La valutazione di Milani-Camporetti, cioè una valutazione del comportamento spontaneo, della normalità, e del potenziale di sviluppo. L’interpretazione dei primi processi di adattamento e di sviluppo secondo Als e Brazelton.

0-36 MESI - NEUROPSICOMOTRICITA’

La pratica psicomotoria sin dai primi mesi di vita ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo del bambino nella sua globalità attraverso il gioco motorio spontaneo, sostenuto nelle sue valenze evolutive dalla relazione di aiuto con la neuro-psicomotricista.

Individuale:Incontri individuali che hanno come obiettivo la promozione dello sviluppo delle abilità del bambino all’interno di un percorso specifico e individualizzato in ambito educativo-preventivo e terapeutico. 
Piccolo gruppo: Percorso proposto in cicli di 8 sedute della durata di 60’ che si svolgono con cadenza monosettimanale.

12-36 MESI - SPAZIOGIOCO PSICOMOTORIO

Occasione di crescita e di scoperta per bambini accompagnati da un adulto.
Giocando i bambini scoprono il mondo e fanno esperienza della loro parte emozionale.

RILASSAMENTO METODO BERGÉS

Tecnica di rilassamento rivolta a bambini e adolescenti che permette di recuperare o far evolvere il rapporto con il proprio corpo, sentendolo come unità non in tensione.

SOSTEGNO GENITORIALE

Con la guida di un sostegno competente un gruppo di genitori può trovare sostegno emotivo e scambiare esperienze per non sentirsi più soli con il proprio problema e le proprie interpretazioni.
E’ possibile affrontare temi specifici come ad esempio le regole, il cellulare, la tv…

PSICOTERAPIA FAMILIARE

Percorso di terapia familiare e/o di coppia che ha come obiettivo comprendere i processi relazionali e comunicativi che sottostanno al problema per trovare nuove possibilità che aiutino tutti a stare meglio.

Ti potrebbe interessare

Trattamenti e sedute di osteopatia pediatrica per bambini e neonati, dove è particolarmente importante prestare attenzione alla struttura muscolo-scheletrica, in un’ottica di prevenzione e di cura. I pazienti pediatrici presentano un sistema corporeo con alta capacità adattativa: per questo motivo la terapia manuale è un’ottima soluzione in caso di problematiche strutturali, poiché permette di agire modellando le strutture muscolari nella direzione di correzione posturale per ottenere un armonico sviluppo muscolo-scheletrico.

La terapia manuale è una soluzione non invasiva, che favorisce un importante contributo al benessere dei giovani pazienti senza l’aiuto di farmaci.

L’Osteopatia pediatrica può essere un valido aiuto in caso di:

  • problematiche derivanti da parto difficile (cesareo, travaglio veloce, uso di ventosa)
  • disturbi del sonno
  • problemi digestivi
  • coliche intestinali
  • terapia ortodontica
  • mal di testa di origine tensiva
  • stato collerico e/o aggressivo
  • iperattività
  • scoliosi
  • controllo posturale

a cura di Giuditta Crippa D.O. BSc (Hons) Ost UK

 

La LOGOPEDIA è volta all'educazione e rieducazione di patologie che provocano disturbi della voce, della parola, del linguaggio e della comunicazione verbale. Si pratica attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità comunicative, utilizzando terapie di abilitazione e riabilitazione della comunicazione e del linguaggio nei bambini e negli adulti.

Disturbi della voce e del linguaggio in età evolutiva e nell'adulto.

Attraverso specifiche esplorazioni e sperimentazioni, si possono risolvere blocchi psicofisici. Ogni individuo, ogni voce sono unici: si esplora la propria voce, attraverso l'ascolto attento di ogni suono, potenziando le possibilità espressive, intervenendo su difetti e cattive abitudini, spesso legate alla sfera emotiva. Si utilizzano tecniche di ricerca vocale legate alla corretta emissione dei fonemi e della parola con voce impostata, per essere sempre più consapevoli delle regole di articolazione nella voce parlata.

Alcune patologie di competenza logopedica sono:

  • disturbi della voce da cause disfunzionali o organiche
  • disturbi della fluenza
  • disturbi dell'attenzione e della memoria
  • disturbi specifici di linguaggio

Nadia Savoldelli logopedista e ortofonista - Università Cattolica di Milano – Ha operato con bambini audiolesi in età prescolare per Amministrazione Provinciale di Bergamo, presso Istituto Sordomuti. Ha qualificazione professionale per l’educazione fisica per insegnanti con Ministero P. I. - Direzione Generale per la scuola elementare, Ispettorato per l’Educazione Fisica. Si è specializzata con esperti di fama internazionale nel teatro, la musica, il canto, la danza, la multimedialità, la comunicazione, l’educazione interculturale. È formatrice e docente nella scuola di base. 

Poche sedute di reflessologia plantare aiutano a sviluppare e rafforzare il sistema immunitario dei bambini. È un supporto utile durante la dentizione, l’infiammazione delle gengive, i raffreddori e la tosse, in casi di stipsi o diarrea. Con la stimolazione dei punti riflessi si potrà avere un miglioramento, riducendo il dolore, rilassando e favorendo il sonno.

La reflessologia plantare è anche utile per le mamme durante la gravidanza, il parto e l’allattamento; aiuta la riduzione della durata del travaglio e del dolore e favorisce la montata lattea. La reflessologia rafforza la triade genitoriale: mamma, papà e bambino. Ogni seduta ha una durata di un’ora circa.

 

 

COS’È LA REFLESSOLOGIA plantare olistica

La Reflessologia Plantare Olistica è una terapia complementare che utilizza la pressione per stimolare e trattare le zone riflesse nel piede.

La pianta del piede è ricchissima di terminazioni nervose che formano estesi collegamenti con tutte le parti del corpo tramite il midollo spinale e il cervello; sotto di essa sono infatti situati dei punti riflessi strategici. L’esame di queste zone riflesse, disposte sui piedi e sulle mani, consente di individuare in quali parti del corpo siano presenti disarmonie.

La Reflessologia Plantare ha come scopo il rilassamento totale e il raggiungimento di uno stato di profondo equilibrio e armonia , dato che quasi il 75% dell’insorgere delle malattie deriva dagli effetti dello stress che abbatte le difese immunitarie

COME FUNZIONA

Il reflessologo, osservando la pianta del piede, è in grado di capire quali sono le parti del corpo che non sono in equilibrio e correggere tali squilibri, stimolando non solo la sfera fisica, ma anche quella psico emotiva della persona. La digitopressione di questi punti riflessi genera degli impulsi che arrivano direttamente al cervello e attivano delle reazioni immediate nell’organismo, che stimolano e sciolgono gradualmente le tensioni, i disagi e i dolori.

Questa tecnica olistica si rivela efficace nelle contratture muscolari - dolori cervicali – dorsali – lombari - sciatica - mal di testa - sinusite -  dolori mestruali e ciclo irregolare - menopausa -  cistite – problemi digestivi – stitichezza - gonfiori e ritenzione idrica - stanchezza persistente - irritabilità – insonnia – ansia - stress ed aiuta a dimagrire.

La Reflessologia è inoltre un valido supporto durante la gravidanza ed è indicata anche per i bambini, un tocco leggero della durata di pochi minuti calma e tranquillizza. Generalmente i trattamenti di reflessologia sono settimanali, durano dai 50 minuti e già dopo le prime sedute i benefici si fanno sentire.

FRANCESCO REINA

Reflessologo Plantare Olistico da oltre ventanni, è inoltre Consulente Professionista nelle Relazioni di Coppia e Familiari conseguito presso l’Istituto Carl Rogers di Roma. Accreditato presso CNCP - Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti. 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il piĆ¹ possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Privacy Policy.